STRATEGIA ENERGETICA NAZIONALE

Il quadro dei riferimenti legislativi italiani è completato con le indicazioni della Strategia Energetica Nazionale (SEN). La SEN è stata approvata con decreto interministeriale del 10 novembre 2017. Tra gli obiettivi della SEN è previsto di stabilire un percorso che conduca a un sistema gas complessivamente più sicuro, flessibile e resiliente e quindi più adatto a fronteggiare un contesto di mercato tendenzialmente più incerto e volatile. 
A tal fine, il documento di strategia identifica misure specifiche per lo sviluppo di un sistema del gas attraverso iniziative di potenziamento della flessibilità e resilienza della rete nazionale, di diversificazione della capacità di importazione e iniziative per migliorare il margine di sicurezza rispetto ai picchi di domanda.
I principali interventi previsti sono costituiti dalla realizzazione di infrastrutture strategiche che consentano di diversificare rotte e fonti di approvvigionamento e, in particolare, la SEN promuove lo sviluppo del Corridoio Sud per l’importazione di gas dall’area del Caspio verso l’Italia attraverso il progetto Trans Adriatic Pipeline (TAP) e l’importazione dai giacimenti del Mediterraneo sud-orientale attraverso l’EastMed. La SEN prevede inoltre la conversione a metano delle reti di distribuzione esistenti e potenziali in Sardegna alimentate tramite depositi small scale LNG  collegati ad una dorsale di rete di trasporto. E’ infine prevista un’attribuzione dei servizi di rigassificazione di GNL mediante asta, invece che con tariffa, per rendere più attrattivo l’uso dei terminali operanti in Italia.