Modelli di calcolo utilizzati

Per la determinazione di alcuni benefici, in particolare il B1 e il B3 si sono utilizzati dei modelli di calcolo che sono qui di seguito descritti.
 

Modello per la simulazione idraulica della rete

Il modello per la simulazione della rete in regime stazionario è descritto approfonditamente nell’allegato 1 ed è stato utilizzato per la determinazione delle capacità incrementali di trasporto dei singoli progetti e per la determinazione del beneficio B3 per investimenti che coinvolgono porzioni circoscritte del mercato gas prevalentemente riferite alla rete regionale.

 

Modello per la definizione del dispacciamento e dei prezzi all’ingrosso del gas

Le simulazioni sono state effettuate da una società di consulenza specializzata in tale campo, Pöyry Management Consulting, tramite l’applicazione del proprio modello denominato Pegasus 3, al fine di fornire proiezioni di dispacciamento e di prezzo all’ingrosso gas in Italia e nel resto d’Europa per la determinazione dei benefici B1 e B3 relativi a investimenti che hanno impatto sulle fonti di approvvigionamento Italiane, quindi sviluppi della rete nazionale dei gasdotti. 

Pegasus 3 è un modello paneuropeo e statunitense che permette di simulare con granularità giornaliera numerose zone di mercato del mondo. Tali simulazioni si basano sull'interazione tra offerta e domanda su base giornaliera in 31 zone, consentendo di avere un elevato dettaglio in termini di output. Il modello, inoltre, include nelle simulazioni le tariffe di trasporto, i flussi di GNL, i flussi in iniezione/erogazione in/da stoccaggio e i profili meteorologici, e quindi di domanda, rendendo i risultati delle analisi quanto più aderenti alla realtà.

Pegasus 3 è un modello di ottimizzazione basato su una tecnica di programmazione lineare (LP), che permette di trovare una soluzione di ottimo economico per la fornitura di gas a livello globale per ciascun anno di analisi. La soluzione è soggetta a una serie di vincoli, come capacità dei gasdotti, dei terminali GNL, capacità di interconnessione e limiti di iniezione/erogazione degli stoccaggi, nonché di vincoli contrattuali di prelievo di medio/lungo termine.

Il modello consente inoltre di modificare le variabili di input creando scenari ad hoc, opportunamente tarati sulla base delle ipotesi più attendibili. In particolare lo strumento consente di aggiungere o modificare infrastrutture gas, stimando l’impatto di tali modifiche sul mercato nazionale ed europeo.

Gli output del modello sono il risultato di una complessa elaborazione di numerosi input contenuti in un database multi-dimensionale (tempo, costi, capacità, ecc.) basato anche su parametri macroeconomici e climatici (ad esempio temperature). 

Nel caso in oggetto sono stati estratti dal modello Pegasus 3 le proiezioni di flusso agli entry/exit point italiani e i prezzi gas all’ingrosso in Italia, Austria, Olanda e Germania.