COORDINAMENTO CON SOGGETTI TERZI

Snam Rete Gas effettua ogni anno il coordinamento con tutti i soggetti che fattivamente o potenzialmente operano infrastrutture interconnesse con la rete dei propri gasdotti. Di seguito vengono raccolte le forme di coordinamento adottate con i diversi soggetti.

 

Gestori nazionali di reti di trasporto gas

Oltre a Snam Rete Gas l’attività di trasporto del gas naturale è svolta in Italia da altre otto imprese. Snam Rete Gas ha provveduto ad effettuare azioni di coordinamento con le  imprese di trasporto di gas naturale mediante incontri dedicati allo scambio di informazioni sui progetti previsti nell’arco temporale del piano e/o lo scambio di documentazione relativa alle infrastrutture in progetto. Si è di conseguenza provveduto a verificare lo stato di avanzamento degli investimenti, gli eventuali interventi di adeguamento della rete necessari per permettere la realizzazione degli stessi e le eventuali sovrapposizioni fra gli interventi di operatori diversi.

Con riferimento alla rete nazionale dei gasdotti le azioni di coordinamento con i gestori Infrastrutture Trasporto Gas e Società Gasdotti Italia non hanno evidenziato sovrapposizioni fra i rispettivi progetti. In particolare sul progetto di metanizzazione della Sardegna (progetto incluso negli schemi di piano di SRG e SGI) i due operatori hanno avviato le interlocuzioni volte ad identificare una soluzione progettuale univoca che permetta di soddisfare l’esigenza di metanizzazione della Regione Sardegna.

Inoltre per il progetto di Infrastrutture Trasporto Gas e per due progetti di Società Gasdotti Italia, risulterà necessaria la realizzazione di un nuovo punto di interconnessione tra le reti dei due trasportatori. 

Per quanto riguarda la rete regionale dei gasdotti le azioni di coordinamento con i gestori CMVTG, Energie Rete GAS, Retragas, Metanodotto Alpino, GP Infrastrutture di Trasporto e Netenergy non hanno evidenziato nessuna sovrapposizione con i progetti SRG. Inoltre per otto progetti di Energie Rete Gas e per due progetti di Retragas, risulterà necessaria la realizzazione di un nuovo punto di interconnessione tra le reti dei due trasportatori. In due di questi progetti risulterà necessaria anche la realizzazione di un potenziamento della rete di trasporto di Snam Rete Gas.

La delibera 351/2016 prevede inoltre che l’impresa maggiore di trasporto elenchi in uno specifico allegato al proprio schema di Piano, gli interventi contenuti negli schemi di Piano degli altri gestori del sistema di trasporto (oggetto di coordinamento) e indichi gli eventuali interventi di adeguamento necessari sulla propria rete ai fini della realizzazione dei progetti contenuti nei Piani degli altri gestori, nonché eventuali sovrapposizioni tra gli interventi dei diversi gestori del sistema di trasporto. Le informazioni sono riportate in allegato 6.

 

Gestori di reti di trasporto gas appartenenti all'Unione Europea

Il regolamento EU 984/2013 della Commissione Europea, che istituisce un codice di rete relativo ai meccanismi di assegnazione di capacità nei sistemi di trasporto del gas (“Codice CAM”), prevede all’articolo 6 che gli operatori interconnessi condividano un metodo per allineare le capacità correlate allo stesso punto di interconnessione. Il metodo deve garantire una approfondita analisi delle capacità offerte al fine di massimizzare la capacità offerta sul punto. Snam Rete Gas e gli operatori europei interconnessi  hanno determinato una metodologia che prevede, tra l’altro, l’obbligo di scambiarsi le informazioni relativamente alle future evoluzioni della capacità sui punti di interconnessione coinvolti a seguito di progetti di sviluppo, con particolare riferimento a quanto previsto all’interno del piano decennale di sviluppo della rete a livello Europeo. Di conseguenza annualmente vengono svolte riunioni di coordinamento e scambi documentali, contestualmente al processo di definizione delle capacità di Trasporto che si conclude con la fine di gennaio. I dati derivanti da tale coordinamento vengono utilizzati anche ai fini della redazione del Piano decennale di Snam Rete Gas.

 

Gestori di reti di trasporto gas al di fuori dell'Unione Europea

Per quanto riguarda il punto di Passo Gries il coordinamento è garantito dalle riunioni periodiche che Snam Rete Gas svolge al fine di creare sinergie con i propri investimenti e condividere tempistiche e modalità dell’entrata in esercizio dei progetti di sviluppo relativi al punto. 
Per quanto riguarda invece i punti di Mazara del Vallo e Gela il coordinamento è garantito da quanto previsto dagli Interconnection Point Agreement stipulati fra Snam Rete Gas  e i gestori esteri interconnessi su tali punti.

 

Altri soggetti interessati

Snam Rete Gas  effettua ogni anno la richiesta di informazioni e dati ai soggetti interessati al fine di raccogliere e aggiornare i dati da essi trasmessi. Le Schede progetto raccolte nel 2016 sono 9 e sono riepilogate in Allegato 4.