PROCEDURA DI CAPACITA’ INCREMENTALE

Il Capo V del Regolamento (UE) 2017/459 descrive la procedura di capacità incrementale che deve essere seguita per la determinazione dei fabbisogni infrastrutturali relativi alle infrastrutture gas. Il regolamento prescrive di dare inizio alla realizzazione dei progetti per la creazione delle capacità incrementali richieste solo nel momento in cui gli stessi superino positivamente un test economico. In particolare il regolamento prevede che almeno ogni anno dispari immediatamente dopo lo svolgimento delle aste annuali di capacità venga valutata congiuntamente da tutti gli operatori europei la domanda di mercato relativa alla capacità incrementale. Di conseguenza tutti gli operatori raccolgono le domande non vincolanti di capacità incrementale e, 8 settimane dopo l’asta annuale di capacità redigono in maniera condivisa dei documenti di valutazione delle richieste ricevute (DAR). I DAR nei quali viene espressa la decisione relativa alla necessità di proseguire con la procedura con il fine di determinare un progetto di capacità incrementale sono in seguito pubblicati sui siti internet dei TSO. Nel caso in cui venga deciso di proseguire viene dato inizio alla fase di progettazione durante la quale il progetto viene dapprima sottoposto ad una consultazione pubblica ed in seguito finalizzato per poi essere valutato dalle autorità di regolazione coinvolte.

La capacità relativa al progetto elaborato viene quindi messa a disposizione al massimo contestualmente all’asta annuale di capacità dell’anno dispari successivo a quello in cui è stata iniziata la procedura.

Il progetto presentato alle autorità contiene:

  • Elementi dimensionali dell’infrastruttura
  • Elementi economici
  • Elementi regolatori relativi all’infrastruttura
  • Elementi relativi al test economico
  • Dettaglio delle condizioni contrattuali per l’accesso alle aste

 

Snam Rete Gas, nel contesto della procedura di capacità incrementale, ha ricevuto una richiesta relativa alla creazione di un nuovo punto di interconnessione con la Grecia con capacità 37,6 MSm3/g. Le conseguenti attività sono attualmente in corso in coordinamento con l’operatore della rete greca. Il progetto è stato pubblicato per consultazione in data 19/10/2017 e la consultazione è terminata in data 18/12/2017. E’ stato avviato il coordinamento con le autorità Italiana e Greca e sono in corso le valutazioni circa la definizione del quadro regolatorio da applicare all’iniziativa.