ALLEGATO 1: PREVISIONE DELLA DOMANDA DI GAS

La domanda di gas annua a livello Italia viene elaborata per i vari settori di utilizzo (secondo la classificazione utilizzata dal Bilancio Energetico Nazionale) con modelli di tipo econometrico, che tengono conto della evoluzione nel tempo degli indici economici ed energetici dei vari settori e della competitività tra le fonti energetiche. Particolare riguardo è posto al settore termoelettrico, in cui la previsione di domanda gas viene ottenuta mediante un modello di calcolo che tiene conto delle previsioni di domanda elettrica, della competitività tra combustibili e tra tecnologie di generazione e della competitività tra le centrali. L'evoluzione del parco centrali è desunta da informazioni commerciali, dai piani di sviluppo dei principali operatori del settore e da ogni altra fonte ritenuta attendibile. L'orizzonte temporale della previsione copre in genere i dieci anni successivi.

La previsione di domanda a livello nazionale viene disaggregata sul territorio tenendo conto della distribuzione dei punti di riconsegna, al fine di fornire una distribuzione geografica dei consumi sulla rete di trasporto del gas naturale. L'evoluzione dei consumi di ciascun punto di riconsegna viene elaborata con modelli di regressione lineare che tengono conto delle serie storiche dei prelievi, delle capacità conferite, dei fattori di utilizzo registrati e di tutte le informazioni disponibili, tecniche e commerciali, utili al processo di previsione della domanda di gas. Oltre alla distribuzione geografica della previsione di domanda viene modellizzata la distribuzione temporale dei prelievi nel corso dell'anno. Gli scenari giornalieri di domanda gas hanno infatti grande variabilità nel corso dell'anno essendo influenzati sia dalla climatica stagionale sia dalla ciclicità della produzione industriale. Gli scenari giornalieri vengono ottenuti modulando lo scenario annuale attraverso coefficienti giornalieri propri di ciascun punto di riconsegna, elaborati partendo dalle serie storiche dei prelievi giornalieri.

Per valutare particolari situazioni di criticità sulla rete di trasporto del gas vengono simulati inoltre scenari giornalieri di domanda “estremi” quali ad esempio scenari di domanda gas in condizioni di freddo eccezionale, scenari di minimo prelievo estivo dalla rete di trasporto o scenari di domanda gas che tengono conto di fenomeni esogeni quali, ad esempio, l’indisponibilità della generazione elettrica da fonti rinnovabili o la momentanea mancanza di importazione di energia elettrica dall’estero.

A titolo indicativo, il rapporto tra domanda media giornaliera invernale ed estiva è di circa 2 a 1 in condizioni normali mentre arriva a 3 a 1 in condizioni di freddo eccezionale.